Grafologia

Print Friendly, PDF & Email

CHE COS’E’ LA GRAFOLOGIA?

La scrittura è un atto pisco-motorio complesso che esprime l’Essere in tutte le sue dimensioni. Specchio della nostra personalità, attraverso il movimento tridimensionale del tracciato grafico la scrittura esprime sia le caratteristiche biologiche che temperamentali dello scrivente. La personalità, e tutte le sue caratteristiche, si forma man mano che l’individuo entra in contatto con l’ambiente e cerca di trovare un compromesso di sopravvivenza con esso. Muovendosi all’interno del foglio la scrittura descrive sia le caratteristiche innate espresse dal temperamento sia l’equilibro conquistato con dolore e fatica interagendo con quell’elemento disequilibrante che è l’ambiente. Dopo questi incontri e scontri, spesso dolorosi, si forma la persona, quel equilibrato connubio tra temperamento e richieste dell’ambiente che chiamiamo personalità e che si forma e si adatta in quell’arco di tempo che è la vita.

La grafologia ha alle spalle secoli di studi e di conferme che l’hanno resa uno strumento infallibile nell’esplorazione dell’Io e delle sue risorse. Chi pretende di valutare le potenzialità di questa disciplina testando la capacità che ha un soggetto di riconoscersi o meno nei suoi risultati, rischia di fare un grosso errore. La grafologia è un disciplina che permette di individuare aspetti consapevoli ed inconsapevoli del soggetto a prescindere dal grado di conoscenza che lo stesso ha di se stesso. Se tutti ci conoscessimo così a fondo non avremmo bisogno di chiedere aiuto a professionisti come gli psicologi o i counselor per capire meglio il perché di certe dinamiche o, ancora meglio, per conoscersi e scoprirsi. Nessuno può conoscersi a fondo da solo e la grafologia permette di mettere in evidenza anche quelle dinamiche di cui non siamo consapevoli.

Perché un’analisi grafologica?

La grafologia è uno strumento molto potente che permette, attraverso lo studio accurato della scrittura spontanea, di definire quelli che sono i tratti della personalità del soggetto scrivente, i suoi comportamenti e le dinamiche interne. Dall’analisi grafologica è possibile capire se la persona è istintiva, riflessiva, se è socievole o introversa, se vive dei conflitti e di che tipo. Il grafologo ha l’opportunità di evidenziare i tratti fondamentali e accessori del comportamento imano, sia quello consapevole allo scrivente (che di solito, in fasi di restituzione risponde con un “Sì, sì, è vero”) sia quei tratti che non sono del tutto percepiti dal soggetto.

Un’analisi grafologica è sicuramente un’esperienza fantastica per chi vuole conoscersi meglio, capire le proprie dinamiche, guardarsi con occhi nuovi, scoprire lati di sé nascosti o non percepiti, comprendere meglio se stessi e le persone che ci circondano. Il nostro modo di comportarci, di relazionarci con gli altri, di guardare se stessi, di amare ed essere amati dipende dal come siamo fatti, da come il passato ci ha plasmati e dai nostri punti di forza e di debolezza, risorse e mancanze che ci hanno permesso di divenire le persone stupende che siamo. Nessuno è cattivo o buono, generoso o egoista. Siamo esseri in formazioni che qualche volta aspettano di trovare nuove strade e nuove indizi per realizzare la parte più profonda di noi stessi.

Ed è qui che inizia il nostro percorso di conoscenza ed evoluzione personale. Attraverso la scrittura possiamo iniziare un cammino di conoscenza che ci permetterà di riflettere sulle dinamiche consce e di scoprire quelle inconsce affinché si realizzi un cammino di evoluzione e crescita personale consapevole e, ciò che è più importante, voluto. Dietro ogni cambiamento c’è un lavoro svolto intenzionalmente e spesso con grande fatica. I veri cambiamenti sono quelli profondi, non avvengono da un giorno all’altro ma sono frutto di un lavoro profondo ed intenzionale che ci porta poi a divenire ciò che siamo. Anche se ci sembra strano, noi siamo artefici di tutto ciò che ci succede e tutto avviene perché siamo noi a volerlo. Questa consapevolezza è un grande atto di coscienza che ci permette di tagliare quel cordone ombelicale che ci lega al destino passivamente per diventare noi stessi artefici del nostro destino, nel bene e nel male.

Quali aree indaga la grafologia?

La grafologia permette di descrivere ogni aspetto della nostra personalità e del modo in cui ci relazioniamo con il mondo. Per questo oggi la grafologia viene utilizzata in molti campi e permette di mettere in evidenza le nostre caratteristiche in maniera discreta ma profonda. Non richiede la presenza costante della persona perché il grafologo lavora nel suo studio a solo diretto contatto con la scrittura. Per questo il lavoro del grafologo può essere effettuato a distanza e in maniera molto discreta. Al grafologo bastano poche informazioni e alcuni saggi grafici recenti e meno recenti. I meno recenti servono da confronto per conferme o per evidenziare una eventuale evoluzione. Ora vediamo i campi in cui la grafologia oggi ottiene grande riscontro.

CONSULENZA DI COPPIA E FAMILIARE – Attraverso la comparazione delle scritture dei partner ( quando vi sono anche quelle dei figli) il grafologo è in grado di individuare i punti di forza della coppia, le affinità, i punti di compatibilità e gli eventuali contrasti che potrebbe emergere nella coppia (se si tratta di una consulenza prematrimoniale) o gli elementi di contrasto che sono emersi e che hanno messo in crisi la coppia. La comparazione delle scritture permette anche di comprendere le dinamiche e le modalità comportamentale dei figli e dei genitori stessi nei confronti della prole.

SELEZIONE DEL PERSONALE – Negli ultimi anni molte aziende hanno deciso di utilizzare il contributo grafologico come elemento di selezione del personale. Il responsabili delle Risorse Umane di un’azienda spesso fanno richiesta di un’analisi grafologica per poter valutare se il candidato presenta o meno le caratteristiche necessarie per poter ricoprire quel ruolo.

ORIENTAMENTO SCOLASTICO E PROFESSIONALE – Individuando le potenzialità e le caratteristiche personologiche del richiedente il grafologo, attraverso lo studio della scrittura, è in grado di consigliare il percorso di studi più adatto o la professione per questi più soddisfacente. Il confronto con i desideri e i sogni dell’individuo permettono a questi di approfondire ancora di più la conoscenza che questi ha di se stesso e di prendere la decisione per un indirizzo scolastico e per un percorso professionale in maniera più cosciente e autonoma.

GRAFOLOGIA PERITALE E CRIMINOLOGICA – Il contributo del grafologo peritale viene richiesto di solito da parte di un avvocato o di un giudice per comparare una firma apposta su un contratto, un assegno o su un documento per verificarne la paternità. A differenza degli altri ambiti in cui è importante la descrizione personologica dell’individuo, la grafologia peritale si limita a studiare il tracciato grafico dal punto di vista del tratto e dela sua espressione neurologica per individuare un eventuale falso.

GRAFOLOGIA SCOLASTICA O DELL’ETA’ EVOLUTIVA – Lasciare una traccia grafica, per un bambino, è un alto momento di espressione anche quando ciò che sta vergando non è una parola. Attraverso l’analisi del tracciato grafico nella sua forma meno strutturata, dello scarabocchio e poi della scrittura, il grafologo può cogliere i disagi, le difficoltà a cui il bambino va incontro, il grado di stress e di pressione a cui è sottoposto dalle richieste sociale e familiari individuando quelli che vengono definiti i campanelli di allarme; segni grafologici che indicano uno stato di sofferenza da parte del bambino o dell’adolescente. La scrittura può essere analizzata solo a partire dalla terza elementare, periodo in cui la scrittura diviene spontanea e personalizzata ma diviene veramente significativa solo negli anni a venire. Per questo motivo i disegni e gli scarabocchi si trasformano in uno strumento rivelatore importante per le situazioni di disagio.